2A PROVA CAMPIONATO SERIE A2

LA SQUADRA FEMMINILE VOLA AL 5^ POSTO E VEDE PIU’ NITIDA LA SALVEZZA. GIORNATA NO PER LA MASCHILE.

Domenica 29 marzo il Kione Arena di Padova, in un ambiente festoso quasi come le grandi manifestazioni d’oltre oceano,  ha accolto le dodici squadre del campionato di SERIE A2.  Tutte molto competitive le squadre, che stanno mettendo in gioco chi la conquista della massima serie chi la salvezza.
La nostra squadra femminile è composta da Anna Galbusera, Sofia Guglieri, Zoe Maccagnan, Lisa Rigamonti, Mara Rigamonti e Laura Todeschini. Fin dal primo attrezzo: la trave, le ginnaste mostrano una buona carica agonistica che permette loro di proseguire la competizione con buone esecuzione a tutti gli attrezzi. Di rilievo la prova all around di Laura Todeschini che raggiunge il suo miglior punteggio totale (51,250) ponendola come la seconda miglior atleta del campionato. Laura, da vera capitana, riesce a trascinare le sue compagne, soprattuto le più giovani che anche in questa gara hanno dimostrato una buona determinazione. La Ghislanzoni Gal conclude la gara con il punteggio di 144,250 e il 5^ posto in classifica migliorando di due posizioni la precedente prova.
Dopo due gare, ci troviamo al 6^ posto della classifica di campionato, che dovrebbe consentirci la permanenza in A2. Prossimo appuntamento e ultima tappa a Firenze il 4 maggio, dove speriamo poterci avvalere anche della sesta atleta Mara Rigamonti, ancora ferma dopo l’operazione al ginocchio.

Giornata difficile per il settore maschile.
Lorenzo Bonicelli, Alessandro Chiodi, Michele Maiellaro, Elia Maccagnan, Daniele Gadia e Massimo Cerfogli si presentano in gara agguerriti, ma la giornata inizia subito in salita.
Gli atleti iniziano dal cavallo con maniglie, attrezzo che spesso non perdona e infatti commettono subito due errori. I ragazzi reagiscono agli anelli, volteggio e parallele dove riescono a ripetere i punteggi della scorsa gara. Purtroppo lo stress emotivo si fa sentire e a sbarra, altre due cadute compromettono il risultato finale, con il morale basso si passa al corpo libero dove non riescono a reagire commettendo ancora errori.
Il risultato finale ci vede al 10° posto sulle 12 squadre del campionato, così come la classifica totale del campionato. La 10 ° posizione prevede la retrocessione, ma, consapevoli che stiamo affrontando un campionato difficile, con squadre molto competitive, rimaniamo comunque orgogliosi dei nostri ragazzi che stanno già cercando di analizzare la gara, comprendere gli errori, reagire e cercare di riconquistare la salvezza.
Un sincero ringraziamento va al nostro sempre onnipresente Dott. Matteo Annoni.

Seguici