A.S.D. Ghislanzoni GAL

 

La nostra Storia

Nel 1896 nasce l’UNIONE GINNASTICA ANTONIO GHISLANZONI ad opera dei Soci Fondatori Pietro Cazzaniga, Santo Dell’Oro, Alfredo Mira d’Ercole, Carluccio Frigerio, Alberto ed Enrico Gandola, Piero Gilardi, Ferruccio Mascherpa, Cesare Mauri, Ferdinando Pizzi e Nino Sottocornola. La scelta di intitolare l’associazione all’illustre concittadino lecchese dev’essere ricondotta alla circostanza che Antonio Ghislanzoni era scomparso da poco, consegnando ai posteri la sua fama soprattutto per aver composto il libretto dell’opera lirica “Aida”, musicata da Giuseppe Verdi.

Durante la seconda guerra mondiale l’archivio dell’associazione va distrutto, cosicché non è possibile tracciare in maniera documentata la storia dell’attività degli anni tra il 1896 e il 1945. Tra gli atleti del dopoguerra il più illustre sul “campo gara” è senza dubbio Fabio Bonacina, avendo partecipato niente meno che a due olimpiadi: a Londra nel 1948 e ad Helsinki nel 1952.

storia ads ghislanzoni gal
Al di fuori dei meriti strettamente agonistici, tutti noi ricordiamo con infinita stima Tullio Pennati (Presidente della ASD GHISLANZONI GAL dal 1998 al 2006) e indimenticato allenatore. Egli guida la squadra rappresentativa di Lecco al Concorso nazionale bandito a Roma in occasione dei campionati del mondo nel 1954. Dopo questa manifestazione di vertice, la vita del Sig. Tullio si divide con egual passione tra il lavoro di vigile del fuoco e quello di allenatore delle giovani leve per oltre sessant’anni. Nel 1969 fa la sua apparizione la professoressa Lia Briani, che riceve l’incarico di formare la prima vera squadra femminile, coadiuvata dal giovane Luigi De Cata che sarebbe prematuramente deceduto poco dopo, a causa di un incidente in montagna. Il compito non è facile a causa dei pregiudizi nei confronti di un’attività così impegnativa in campo femminile, ma la grande volontà degli istruttori crea una squadra degna di battersi con le migliori compagini di allora.

Nel 1976 viene affiancata la sezione ritmica, sotto la guida di Laura Lanfranconi e della professoressa Anna Turrisi. In quel periodo, tra gli atleti della sezione maschile, si distinguono Stefano Granata e Paolo Gilardoni (attuale presidente della ASD GHISLANZONI GAL).

Nel 1977 un nuovo impulso viene dato alla femminile affiancando a Paola Stefanoni, che nel frattempo prende il posto di Lia Briani, un ex atleta milanese: Elio Mariotto. In questo periodo la ginnastica femminile anche grazie a Cristina Gilardoni raggiunge livelli nazionali.

Le giovanissime vengono reclutate dal settore promozionale e affidate a Gabriella Silva, che più avanti passa alla guida del settore agonistico vero e proprio coadiuvata da un altro ex atleta, Eraldo Gilardoni. Per consentire anche alle atlete desiderose di praticare un’attività agonistica un po’ meno impegnativa, nel 1981 per volontà dell’insegnante Elena Taschetti nasce il settore promozionale

In questi anni la ritmica è guidata dall’ex atleta Patrizia Baldazzi affiancata da Ilaria Tenderini. Infine vogliamo sottolineare come il signor Tullio Pennati, fino all’ultimo atto, abbia continuato instancabilmente a reclutare giovani ginnasti, fedele al suo motto, che facciamo nostro, “meglio in palestra che in strada“.

SULL’ALTRO FRONTE…

Nel 1976, nasce la GINNASTICA ARTISTICA LECCO ’76, meglio conosciuta come GAL 76. La personale visione agonistica del signor Renato Pacccagnella, all’epoca in forza come collaboratore del settore maschile della Ghislanzoni, lo porta ad una rottura con la società madre. Seguito da alcuni atleti e genitori che lo appoggiano, migra in una diversa palestra che ha l’indiscutibile pregio di essere dedicata esclusivamente allo svolgimento della ginnastica artistica.
I fondatori sono, oltre al Paccagnella stesso, Martino Adamoli, Giannino Bassani, Antonio Butta, Mario Carlini, Rosalba Cattaneo, Antonio Criscuolo, Alberto Ferretti, Carluccio Frigerio, Bice Mariani, Achille Piazza e Franco Viscardi.
L’obiettivo principale è dare un’impronta più agonistica e competitiva alla ginnastica maschile lecchese, grazie alla struttura immobiliare messa a disposizione a Lecco, in via Parini.
Tra i primi atleti ricordiamo Alfonso Rusconi (attuale vicepresidente della ASD GHISLANZONI GAL). Nel giro di pochi anni, la nuova società si fa conoscere a livello nazionale, fino ad arrivare alla conquista di un posto in serie A, nel campionato maschile dove si cimenta per diversi anni.
Nel frattempo, quasi fin dalla sua fondazione, la passione di alcune ragazze dei corsi base, porta alla formazione del settore femminile, affidato sin dal 1978 ad Alberto Butta. Ricordiamo che sotto la sua direzione, Desiree Girgenti nel 1985, all’età di soli 13 anni, viene convocata dal Centro Addestrativo Nazionale di Rimini, dove inizia uan preparazione mirata all’inserimento nella squadra nazionale. Entrambi i settori proseguono raccogliendo successi in campo nazionale ed internazionale, grazie agli atleti Sergio Rea, Erica Bonacina, Melaika Bianco e Lucia Piazza.

Dopo una breve parentesi, Alberto Butta e Paola Giacometti, rientrano tra le fila della GAL 76, da marito e moglie: sono infatti richiamati nel 1990 dall’allora presidente Giovanni Rea, in seguito all’allontanamento di Paccagnella.
I due trovarono una situazione critica, poichè quasi tutti gli atleti hanno abbandonato l’attività: non dandosi per vinti, richiamano le ginnaste Bianco e Piazza, che nel frattempo si allenano a Lissone, le ex atlete Bonacina e Girgenti ancora in piena forma fisica, e chiedono il supporto di una ginnasta in prestito, Monica Takach. In questo modo il settore femminile riparte e in breve conquista la qualificazione in serie A.
In questo periodo Patrizia Baldazzi, della Ghislanzoni inizia la sua collaborazione anche con la GAL, fondando in seno anche questa associazione la branca della ginnastica ritmica precorrendo i tempi della riunificazione.

I NOSTRI GIORNI

Dobbaimo riconoscere ad Alberto Butta e al Presidente Giovanni Rea, la paternità della grande idea, a metà degli anni novanta, di riunirsi con la Ghislanzoni in una nuova associazione.
Lo scopo fondamentale è quello di poter condurre insieme l’impianto sportivo comunale di via Cantarelli a Lecco, sede attuale della nostra associazione.
Raccolti i consensi di Elena Taschetti e Chicca Piras, pilastri della centenaria Ghislanzoni, il 27 luglio 1996 nasce la A.S. GHISLANZONI GAL.

I tempi nostri contano ormai quasi vent’anni, e la storia che conoscete continuiamo a crearla giorno dopo giorno.

il consiglio direttivo

Paolo Gilardoni

Presidente

Alfonso Rusconi

Vice-Presidente

Simone Colombo

Consigliere

Fabio Losito

Consigliere

Patrizia Cavalli

Consigliere

Paride Piattoli

Responsabile Istruttori

Martino Micheli

Revisore dei conti

Pietro Spreafico

Responsabile Atleti